Post-traumatico

Quali sono i criteri per fare diagnosi di disturbo post-traumatico da stress?

A. Essere esposti ad un evento traumatico che ha messo in pericolo la propria vita, oppure un grave infortunio o un abuso sessuale. L’esposizione può essere diretta, ma anche aver assistito all’esperienza di qualcun’altro.

B. La presenza di uno o più tra i seguenti sintomi intrusivi:

  • memorie intrusive rispetto al trauma
  • incubi cono contenuti riferibili al trauma
  • flashback

C. Evitamento costante di stimoli associati agli eventi traumatici. La persona può evitare o sforzarsi di evitare ricordi, pensieri o sensazioni associati al trauma, oppure evitare persone, luoghi attività, situazioni che ricordano l’evento.

D. Alterazioni nel pensiero o nell’umore che iniziano o peggiorano a seguito dell’evento traumatico

  • Pensieri esageratamente negativi su di sè e sul mondo
  • cognizioni distorte sulle cause e sulle conseguenze dell’evento che portano la persona a darsi la colpa di quanto accaduto
  • marcata diminuzione degli interessi
  • distacco dagli altri, sensazione di isolamento
  • incapacità a provare emozioni positive

E. Marcate alterazioni nell’arousal e nella reattività associati all’evento traumatico che iniziano o peggiorano dopo l’evento traumatico

  • Umore irritabile e scatti di rabbia
  • ipervigilanza
  • disturbi nel sonno
  • difficoltà di concentrazione e memoria

I sintomi devono durare almeno un mese e il disturbo deve causare un disagio significativo nelle relazioni, in ambito sociale o scolastico.

 


Resilienza: risalire sulla barca rovesciata

Se cerchiamo sul vocabolario alla voce resilienza, compare la seguente definizione: “nella meccanica è la capacità di un materiale di assorbire un urto senza rompersi”. In ambito psicologico non è molto diverso, possiamo definirla come: “la capacità di un essere umano di assorbire un urto senza rompersi e di autoripararsi dopo un danno”. Ma […]

Resilienza: risalire sulla barca rovesciata | Mele Vanessa Psicoterapeuta Bologna Anzola Valsamoggia Calcara

La valutazione del danno psichico | Psicoterapeuta Bologna Vanessa Mele Valsamoggia Anzola Emilia

La valutazione del danno psichico: il ruolo dello psicologo

Vediamo di seguito cosa si intende per danno psichico e come viene valutato Il danno, inteso in senso generale come “lesione di un bene giuridico a seguito di un fatto illecito” è suddiviso in: patrimoniale: è un danno economicamente calcolabile secondo parametri oggettivi che permettono di restituire lo stesso bene o un bene uguale […]


Disturbi d’ Ansia

L’ansia è un’emozione caratterizzata da varie sensazioni solitamente spiacevoli, come preoccupazione, paura, agitazione e, nel caso si prolunghi nel tempo, porta a vivere uno stato di disperazione e impotenza. L’ansia è composta da diverse componenti: Cognitiva: la valutazione che facciamo di un evento Somatica: il corpo prepara l’organismo ad affrontare la minaccia e quindi […]

psicologo Bologna PsicoBologna D.ssa Vanessa Mele - disturbi dell'umore, felicità e tristezza